Per Cerignola “inceneritori fabbrica di tumori e disoccupazione”

0
13

Nel 1999 ci fu la lotta (segretata) tra amministratori di Cerignola e di Manfredonia per decidere l’ubicazione dell’inceneritore Marcegaglia (con soldi pubblici) a Cerignola o Manfredonia: la vinse Manfredonia con la scusa del sito dell’ex Emichem (maggiori agevolazioni e contributi pubblici) quando la popolazione di Manfredonia lo seppe esclamò “Via l’inceneritore da Manfredonia!” e l’Amministrazione di Manfredonia ne direzionò la  nuova ubicazione a 30km a sud  del proprio comune e 200 metri dal confine di Cerignola, in località altamente e qualificatamente ‘agricola’ di Borgo Tressanti, a uno sputo di distanza dal vincolo Ambientale  della ‘zona umida’  tra  Manfredonia-Zapponeta-Margherita di Savoia e le relative vaste saline (le più grandi in Europa).

Soltanto a novembre 2011 (solo a seguito di manifestazioni-cortei cittadini e di richiesta di auto convocazione, anch’essa  rimandata nel tempo di attuazione) il consiglio comunale di Cerignola approvò all’unanimità l’adesione a ‘Zero rifiuti’ (raccolta differenziata, Osservatorio rifiuti zero, ecc.), e il ricorso almeno al Presidente della Repubblica contro l’inceneritore di Marcegaglia a Borgo Tressanti e i conseguenziali gravissimi  danni da tumori, totale svalutazione dell’agricoltura di Borgo Tressanti, perdita dei doc di Cerignola, aggravio della disoccupazione anche agricola (dati non attestati che comunque preoccupano la popolazione, ndr).

Soltanto  il 05 febbraio 2013 e solo dopo nuova richiesta di auto-convocazione (anch’essa rimandata nei tempi di attuazione) il Consiglio Comunale di Cerignola verificò che, nonostante deduzione del ministero dell’Ambiente (che prospettava l’inammissibilità del ricorso) e quella tardiva  dell’assessorato regionale all’Ambiente, nulla  era stato fatto dall’amministrazione comunale.

Il consiglio prese atto che  i ‘Cittadini attivisti del Movimento 5 Stelle’  evidenziavano per iscritto  che già da agosto 2012 la  Marcegaglia  aveva richiesto  nuova  valutazione di impatto ambientale (vuol dire che  l’attuale  non  è valida?) e deliberò di: voler  conoscere tale richiesta, mandare capigruppo e rappresentati ambientalisti alla Regione, impugnare  tale nuova richiesta di v.i.a. della Marcegaglia e controdedurre al Consiglio di Stato integrando anche gli altri 8 documentati esposti civici alla procura, già controfirmati dai sindaci  limitrofi.

Lo scorso giovedì, in ‘conferenza di Servizi aperta’ (a seguito di sollecitazione del Movimento la Cicogna): si è verificato che  continua  l’assenza di avvocato-ingengeri-geologo incaricati (oltre che del capogruppo del Pdl). Si è appreso che la  raccolta differenziata è scesa allo 0,5%, né  si raccoglie l’umido ma è stato acquistato il costoso trituratore per l’inceneritore.

Tutt’ora nulla  è stato fatto quindi si è data urgenza all’amministrazione comunale di:
1. attuare  quanto deliberato  in  specifici Consigli Comunali  del  2011 e del 05/20/2013,
2. diffidare il Consorzio di Bonifica ad emungere la scarsissima acqua all’inceneritore di Marcegaglia,
3. diffidare ‘secco’ a non trasportare le balle all’inceneritore Marcegaglia,
4. riconvocare, entro 15 gg, la conferenza di Servizi, coinvolgendo le associazioni ambientaliste e conseguendo la presenza dell’avvocato e dei tecnici incaricati.

Recependo che, come  il Movimento 5 Stelle  di Parma continuerà ad  attuare  ogni iniziativa per annullare l’inceneritore trovato già predisposto, come il Tar Toscana n° 1766 del 18/11/211 ha “annullato per modifiche sostanziali”, così i cittadini attivisti 5 Stelle di Cerignola hanno consegnato nelle mani di Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio tutta  la domentazione relativa agli  inceneritori-tumori a Cerignola, riscontrandoo l’interesse di questi e conseguendo la promessa che attueranno il ‘tour per la salute’  nel triangolo degli inceneritori a Cerignola-Melfi-Taranto.

Forza cittadini cerignolani, difendiamoci  e  salviamo  le  nostre famiglie ei nostri figli.

Uno dei tanti che non vuole restare ridotto a numero-spesa
Un padre che difende  la salute e la famiglia
Un nonno che vuole salvare i nipotini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here