Cerignola, una mattinata in fila alla banca

0
4

Molti cittadini di Cerignola,  alla crisi impellente e preoccupante, da qualche tempo, per sopravvivere devono far ricorso alla pazienza e guardano, per ore quel display che sembra perennemente addormentato.

In questa grande Banca  esistono tanti sportelli, ma solo tre sono utilizzati per servire la folla di clienti, un po’ seduti e la maggior parte in piedi di cui alcuni appoggiati ad un bastone. Alle 11,30 un cliente che possiede il numero 83 si reca allo sportello e saluta l’amico col quale ha trascorso qualche ora e che è  in possesso del numero 173.

E’ il 31 dicembre e la fine dell’anno si avvicina. La considerazione più ovvia conduce al seguente risultato: ce la farà il n. 173 a risolvere il problema, prima di entrare nel nuovo anno? La speranza è l’ultima a morire ma che siano proprio le ataviche e splendide banche moderne a sfruttare l’ultima risorsa dei cittadini è una novità che dovrebbe far marcia indietro perché è un’offesa alla civiltà.

Elio Migliorati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here