Da Foggia un ‘buongiorno’ fatto di incidenti e sangue

0
7

Stamane sono stata svegliata da un messaggio che mi avvisava di un incidente stradale a Cerignola: lì ad una rotatoria vicina a una scuola superiore, adiacente a una delle vie principali del paese, tra le tante attività commerciali, un’auto cappottata.

Accendo il pc per approntare il pezzo ed una delle mie collaboratrici, intanto, aveva già scritto di una bimba di 2 anni morta ieri pomeriggio in un altro incidente a San Severo.

Come può iniziare così la giornata? E non è un’eccezione: le strade di Capitanata sono giornalmente sfondo delle più tristi pagine di questo e di altri giornali, nonché di questioni demandate alla politica e rimandate dalla politica.
Ognuno di noi pensa sempre siano cose che capitano agl’altri, agli imprudenti, agli incoscienti, ma non è così.

Pur ammettendo di riuscire ad avere sempre l’occhio vigile e i riflessi pronti, che i nostri compagni, i nostri figli, i nostri cari, riescano a far lo stesso, chi ci garantisce che il conducente del mezzo affianco a noi, difronte a noi o dietro l’angolo non sia invece quello sconsiderato che preme sull’acceleratore, che parla al cellulare, che non rispetta la segnaletica? E poi ci sono le buche, il buio, la pioggia…
Nessuno può ritenersi immune, ogni incidente è una responsabilità e un problema dell’intera comunità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here