Festa Tricolore: a Manfredonia la Destra ritenta l’unione

0
16

La famiglia Tatarella riunisce in terra di Capitanata tutti gli esponenti delle forze politiche di destra attuali: “per la prima volta dalla diaspora gli ex Alleanza Nazionale si ritrovano, tutti insieme, per parlare e discutere su come ricostruire la destra in Itala – spiega il coordinatore provinciale di Fli, Fabrizio Tatarella.

Non ci saranno solo volti nazionali di Fli, FdI, La Destra, Io Sud ed ex An sparsi, ma tanti volti nuovi, amministratori capaci, giovani militanti, storici dirigenti della destra pugliese – continua il giovane Tatarella -.

Un ricco programma, ancora provvisorio in quanto si aspettano molte altre conferme, con oltre 100 iscritti a parlare che vogliono essere i primi costituenti della destra in Puglia. Quella Puglia che Pinuccio Tatarella, ideatore della destra democratica, amava definire, parafrasando Goethe, ‘terra degli incominciamenti’.

Non è un caso, quindi, che la destra ritrovi l’armonia ripartendo proprio dalla terra di Pinuccio, il Ministro dell’Armonia che sapeva mettere da parte i risentimenti per dare spazio ai sentimenti in politica. Proprio quello di cui la destra italiana ha bisogno oggi. ‘Ripartire, Resettare, Ricostruire, Riaggregare’ mettendo da parte le cose che dividono per valorizzare ciò che unisce.

Si riparte, dunque, dalla Puglia, da dove iniziò la grande stagione della destra italiana 20 anni fa con i primi sindaci a Mola di Bari, Altamura, Corato, San Vito dei Normanni, Cerignola. Si riparte dalla Puglia, con decisione e fermezza, per ricostruire la destra, un percorso che entro l’autunno deve concludersi con una costituente nazionale per un nuovo soggetto politico ‘vasto ed arioso’, per usare la parole di Pinuccio, in grado di dare rappresentanza politica alla destra delusa e diffusa che non aspetta altro” conclude l’esponente di Fli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here