Cerignola: ‘Bramo’ la novità al cioccolato di casa Perrucci

0
44

La famiglia Perrucci propone un nuovo marchio ‘Bramo’, anagramma contenente la parola bar Roma e che ricorda il nome della pianta di cacao theobroma, per lanciare una linea di cioccolata ideata e preparata dallo stesso Tommaso Perrucci che, a soli 29 anni, torna in paese dopo aver acquisito grandi esperienze nelle cucine d’Italia ed estere.

Cioccolata bianca con un ripieno al pepe rosa, fiori d’arancio e chiodi di garofano avvolti da croccante cioccolato, la dolcezza del torrone mescolata all’amaro della cioccolata 85% cacao d’Africa, e ancora tante novità possono essere degustate e acquistate nel nuovo temporary store in via Don Minzoni.

Una stanza elegante in nero e oro “La scelta di questo arredamento c’è venuta in mente parlando una sera, non vogliamo vendere la cioccolata ma creare una cultura del bello e del buono, per questo abbiamo optato per queste tende che ricordano un po’ il teatro prima dell’apertura del sipario e abbiamo scelto il colore nero perché stando in questa stanza si abbia l’effetto di essere chiusi in un cioccolatino” ha detto Francesco Dambra, designer che ha aiutato la famiglia Perrucci nella realizzazione del marchio.

Un sapore nuovo, che risulta subito piacevole al palato, quello della cioccolata lavorata a mano in grado di capovolgere le preferenze acquisite, è ora a disposizione dei cerignolani fino al mese di giugno. “Il buon cioccolato lo si riconosce in primis dal track, il rumore che fa quando lo si spezza” ha spiegato Tommaso Perrucci che oggi alle 19 presenterà anche una crema spalmabile.

E se per partecipare vi servissero ancora buone ragioni vi ricordiamo i risultati di uno studio del 2003, promosso dell’Istituto Nazionale Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (Inran) di Roma, il quale sostiene che il cioccolato fa bene al cuore: i ricercatori hanno rivelato che il fondente aumenta del 20% le concentrazioni di antiossidanti nel sangue, e che i flavonoidi presenti nel cacao possiedono un elevato potere antiossidante.

Secondo Roberto Corti dell’Università di Zurigo, poi, il cioccolato fondente può ritardare l’indurimento delle arterie in coloro che fumano, limitando il rischio di malattie cardiache anche gravi. Taluni studi, inoltre, correlano la feniletilammina contenuta nel cioccolato con la diminuzione del fenomeno della depressione, comprovati da ulteriori ricerche che evidenziano come il cioccolato abbia un’influenza positiva sull’umore degli esseri umani e aumenti il desiderio sessuale, proprio come sosteneva Casanova.

 

Rosaria Albanese

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here