Visit Tour, Gal Daunofantino: “in Val di Fassa missione compiuta”

0
2

Trentino ed area daunofantina, due territori così lontani e diversi, ma altrettanto simili accomunati da straordinarie risorse turistiche (sopratutto quelle di carattere esperienziale), paesaggistico-naturali ed imprenditoriali.

In questo contesto si è svolto dal 3 al 6 settembre scorsi il Visit Tour del Gal Daunofantino in Val di Fassa,  una quattro giorni di confronto ed apprendimento a contatto con una realtà evoluta nell’ambito della promozione ed accoglienza turistica che ha visto la partecipazione di sedici rappresentanti di società ed associazioni operanti nel settore dell’accoglienza, della ricettività e dell’agroalimentare guidati dagli esperti Robert Seppi e Virna Pierobon.

Il visit tour è una missione conoscitiva finalizzata a far conoscere le funzionalità, le strategie gestionali e la realizzabilità di interventi riconosciuti come casi di successo (best practices) e localizzati in altri contesti territoriali. Obiettivo del visit tour è stato quello di dare la massima visibilità alle opportunità messe a disposizione degli operatori del territorio e migliorare il livello di conoscenza in termini di diversificazione verso attività non agricole, sostegno alla creazione e allo sviluppo di imprese, incentivazione delle attività turistiche, tutela e riqualificazione del patrimonio rurale in modo da contribuire allo sviluppo economico sostenibile dei territori rurali e aumentare l’efficacia delle iniziative di sviluppo e rivitalizzazione delle stesse promosse nell’ambito dell’Asse III del PSR Puglia 2007-2013.

Particolare attenzione è stata riservata al rafforzamento delle competenze necessarie alla diversificazione dell’economia locale al fine di rispondere alla domanda di turismo, di attività ricreative, di servizi ambientali, dell’offerta di servizi essenziali alla popolazione rurale e di pratiche rurali tradizionali e di prodotti di qualità.

Tale operazione è stata condotta in sinergia tra il Gal Daunofantino e l’Agenzia del Turismo di Manfredonia, impegnate da oltre un anno in un percorso di rilancio e riqualificazione di un segmento, abbandonato per un pò di anni dalla P.A ed addetti ai lavori, ma che, invece, grazie alle risorse e le potenzialità insite, trova ‘naturale’ sbocco in un territorio a forte vocazione turistica.

“Quello del Trentino è stato un Visit tour molto istruttivo che ha visto gli imprenditori impegnati in un fitto e prestigioso programma di incontri ed attività – spiega il Presidente del Gal Daunofantino, Michele D’Errico -. Non solo proficui confronti con il sistema pubblico, come le amministrazioni e le associazioni di categoria di Moena e Canazei, ma vere e proprie pratiche full immersion con operatori dell’accoglienza e del turismo attivo. Tutti gli interlocutori trentini hanno apprezzato la disponibilità all’apprendimento e la forza di volontà dei nostri sedici operatori, che ora, anche in un discorso di sinergia e rete tra di loro, metteranno in pratica nella nostra terra le prezioso nozioni apprese – aggiunge D’Errico -. E’ stato fondamentale capire che il nostro territorio, con le sue bellezze e peculiarità, è un fantastico attrattore turistico che, però, va reso fruibile ed efficiente nell’ospitalità. Dal canto suo, il Gal, assieme alla collaborazione con l’Agenzia del Turismo di Manfredonia guidata dal Presidente Michele De Meo, ha iniziato questo faticoso percorso e resta in prima linea affinchè si possa quanto prima far emancipare imprenditorialmente il nostro territorio, i suoi operatori e la sua popolazione. Ci sono ampi margini di crescita per nostra area e ciò sarà possibile se cresce la qualità del tessuto imprenditoriale e la consapevolezza di avere un tesoro tra le mani”.

Ufficio Stampa e Comunicazione Gal Daunofantino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here