‘Foodingproject’, sai come innovare e valorizzare l’agroalimentare di Puglia?

0
10

Il Gal ‘Piana del Tavoliere’ ha organizzato per oggi alle 17.30 nella propria sede di Via Vittorio Veneto 33 a Cerignola, un incontro per la presentazione del Bando ‘Foodingproject’ rivolto a giovani innovatori, singoli e/o gruppi per il rafforzamento della competitività delle piccole e medie imprese del Tavoliere nel settore agro-alimentare.

All’incontro parteciperanno, oltre ai componenti della struttura tecnica del Gal, il dr. Paolo Fiume, dell’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari e l’ingegner Antonio Messeni, del Politecnico di Bari.

“Il progetto ‘Fooding’ – osserva il presidente del Gal Piana del Tavoliere, Valerio Caira – viene finanziato con il programma ‘Interreg Italia – Grecia’ ed è stato lanciato con l’obiettivo di favorire la creazione di imprese giovanili nel settore agroalimentare. Beneficiari dell’iniziativa sono infatti i giovani innovatori, singoli e/o gruppi che risiedono nei territori di Puglia e Grecia, in cui il referente e la maggioranza del gruppo non abbiano compiuto i 35 anni al momento della scadenza del bando, cioè al 30 ottobre 2014.

L’obiettivo è quello di rafforzare la competitività delle piccole e medie imprese nel settore agroalimentare, attraverso l’innovazione ed il recupero e la valorizzazione dei prodotti tipici e delle Diete mediterranee. Verranno scelte 30 idee e progetti di impresa”.

Tra le linee guida del progetto vi è l’input alla innovazione tecnologica per migliorare la quantità e la qualità dei prodotti agro-alimentari, con particolare riferimento agli aspetti salutistici; a pensare forme innovative di distribuzione e commercializzazione in linea con le evoluzioni dei consumi; alla innovazione nella presentazione e modalità di somministrazione dei prodotti agro-alimentari.

Ai 30 progetti vincitori sarà garantita una fase di accompagnamento allo sviluppo delle idee e progetti di impresa, per massimo 6 mesi, in uno spazio di ‘co-working’ per l’ incubazione e la formazione, realizzato presso il Cihean-Iamb di Valenzano. Durante il periodo di incubazione la Camera di Commercio di Bari assegnerà 10 Borse di Studio da 2500 euro cadauna ,per la formazione all’estero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here