Foggia, 7gg di sciopero dei distributori di carburante

0
3

Ciò è quanto stato deciso dall’assemblea generale dei gestori di Foggia e proclamato dalle loro Organizzazioni di categoria, Fegica Cisl e Figisc Confcommercio.

Questa drastica ed inedita decisione è dettata dalla latente crisi che attanaglia i gestori a causa del notevole prezzo della benzina. Ad aggravare la situazione, è intervenuta anche l’apertura di un punto vendita cittadino, legato ad un noto marchio della distribuzione organizzata, che, con i suoi 20 cent/l di costo in meno, beffeggia la concorrenza.

I prezzi praticati dall’impianto sito nell’ipermercato sono la dimostrazione che avere costi ridotti non solo è possibile, ma costituisce anche una necessità, se si vuole rispettare la legge vigente sulla libera concorrenza. Sono, infatti, le stesse compagnie petrolifere a rifornire di carburante l’ipermercato a prezzi del tutto differenti e molto più vantaggiosi da quelli imposti agli altri gestori, il tutto nella completa disapplicazione della legge 27/2012, che imporrebbe alle stesse compagnie petrolifere condizioni eque per tutti, per consentire una leale concorrenza sul mercato.

Perciò, ai gestori non rimane altro che costringere le predette compagnie ad abbassare i costi, in caso contrario chiederanno alla competente Autorità di rifornirsi sul libero mercato alle condizioni più convenienti, proprio come viene concesso all’ipermercato.

Tommaso Lamarina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here