Foggia: pericolo per le piante, arriva il punteruolo rosso

2
59

Per preservare e proteggere le piante, che riescono seriamente di essere danneggiate dal Rhynchophorus Ferrugineus, il coelettero in questione, è stato indetto un incontro al Centro per la Ceralicoltura di Foggia.

Un dibattito che ha coinvolto i sindaci della provincia, organizzato dal dirigente dell’ufficio provinciale dell’agricoltura Antonio Ursitti, con la collaborazione del responsabile del Servizio di Sviluppo Agricolo e Divulgazione, Luciano Ciciretti, e il dirigente dell’ufficio filosanitario regionale Antonio Guario, pronti ad unire le proprie forze per salvare le piante in pericolo.

Il punterolo rosso proviene dall’Asia meridionale e provoca con la sua azione infettiva il piegamento delle foglie su se stesse. Una volta attecchito è difficile da eliminare, l’unica soluzione è, purtroppo, quella di abbattere le piante infette.

Mariangela Filannino

2 COMMENTI

  1. La lotta al Punteruolo Rosso della palma non è cosa facile, ma fattibile.
    Come lotta preventiva occorre trattare la chioma e la corona con prodotti biologici, tipo i Nematodi specifici per il Punteruolo, in grado di attaccare e distruggere gli adulti, le pupe e le larve.
    Come lotta curativa, con infestazione in atto, invito a visitare il sito http://www.endoterapia.biz dove, nella specifica sezione palma, è descritta la metodologia per combattere l’insetto e disinfestare al 100% la pianta attaccata (ovviamente occorre intervenire prima che il cuore vegetativo sia distrutto)
    Una delle fasi del metodo Giomi descritto per combattere il punteruolo è l’Endoterapia.
    I prodotti a cui si fa riferimento sono soltanto chimici in quanto la sezione palma non è stata ancora aggiornata; l’utilizzo dei Nematodi sostituisce quello dei prodotti chimici.
    Un esempio tangibile di risultato positivo di lotta al Punteruolo si trova proprio nel suo campo di battaglia preferito: la Sicilia, dove il comune di Menfi ed una parte del comune di Sciacca vantano un patrimonio palmicolo sano avendone affidata la manutenzione alla ditta La Marca che adotta la metodologia Giomi per la lotta al Punteruolo rosso; così come a Cassano Murge la ditta Naturende;
    ad Aprilia la ditta FrogService; a Nepi la ditta VivaiCoracci; ecc.
    Sono ormai circa 5000 le palme trattate e salvate con il metodo Giomi.

  2. In rete viaggiano tante informazioni, sopratutto false, e non veritiere sempre alla risoluzione del punteruolo rosso e il suo business senza guardare realmente alla sua problematica.
    Un esempio è il metodo GIOMI.
    Sulla rete si trovano tante descrizioni su tale metodologia (praticamente analoga alla nostra).
    Per lo più con la dicitura finale che viene riportata:
    “Sono ormai circa 5000 le palme trattate e salvate con il metodo Giomi.”
    ATTENZIONE!!
    non esiste fino ad ora una soluzione certa al 100% (come poi viene dichiarato anche nel sito) per il punteruolo rosso in grado di sconfiggerlo una volta che ha attaccato la palma se non CON LA PREVENZIONE A CURA DI TECHNOGREEN!

    TECHNOGREEN E’ LEADER DA OLTRE 30 NEL SETTORE DI TUTTA ITALIA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here