Foggia, raccolta differenziata per risolvere l’emergenza rifiuti

0
2

La Regione Puglia ha stanziato 500.000 euro per togliere l’immondizia dalle strade di Foggia, è stata poi approvata la riorganizzazione di Amica, e delle altre aziende partecipate, con lo scioglimento delle ‘partecipate derivate’ eppure l’annoso problema che assilla i cittadini foggiani da due anni pare non aver ancora trovato una soluzione definitiva.

A peggiorare la situazione ci si mette anche il caldo e il vento di questi ultimi giorni che, spostando i rifiuti e peggiorando gli odori aumentano il disagio di chi vive nei quartieri maggiormente colpiti.

Foggia non è stata lasciata sola, a cercare una soluzione anche l’ente regionale ma è ora necessario un piano straordinario per la pulizia della città poiché, quelli pensati fino ad ora, non hanno dato alcun risultato.

Rifondazione comunista insiste col chiedere all’amministrazione comunale l’avvio della raccolta differenziata ‘porta a porta’ ritenuta dal partito una soluzione duratura e rispettosa dell’ambiente oltre che più economica dello smaltimento in discarica o nell’inceneritore.

Sino ad oggi l’azienda Amica non ha mai ottemperato al regolamento comunale per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti che prevede, in linea con la legge nazionale regionale, la raccolta separata della frazione umida, questo ha di certo peggiorato la situazione del paese non solo da un punto di vista pratico ma anche da un punto di vista economico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here