Zaba scrive a Cerignola: “contro degrado ognuno faccia la sua parte”

2
15

Caro cerignolano,
da oltre vent’anni non vivo più nella nostra amata città, ma le rimango fortemente legato. Sono innamorato delle sensazioni che mi regala ogni volta che ci torno, delle esperienze che vi ho vissuto e che hanno forgiato la mia personalità, delle prime opportunità che mi ha dato a livello professionale per imparare a fare ciò che faccio  adesso.

Il lavoro mi ha portato lontano da Cerignola, ma ogni volta, in giro per il mondo,  mi vanto di essere cerignolano, di appartenere alla terra di Di Vittorio, Zingarelli, Pavoncelli, Bona e di tanti altri personaggi esemplari di cui andare fieri.

Ma, come te, che studi, lavori, fai sacrifici per andare avanti con la tua famiglia, questa nostra Cerignola la voglio migliore, più sana, più civile. Vorrei che tornasse genuina, combattiva, orgogliosa. La sogno soprattutto più rispettosa delle regole, pronta a dire basta alla tracotanza di chi, con il sopruso, l’arroganza, la violenza, ha abbrutito la sua immagine.

Anch’io sono stanco di sentir parlare male della nostra città, non ne posso più delle orribili etichette che le sono state appiccicate. Ognuno di noi può e deve fare la sua parte per migliorare le cose, cambiare una situazione che non tolleriamo più.

In questo senso ho deciso di muovermi, di offrire il mio contributo, ideando il progetto ‘La tua città, la tua casa’, una campagna di affissione per sensibilizzare tutti noi sull’importanza del rispetto dell’arredo urbano, della sicurezza stradale, dell’ambiente e della pulizia della città, e sulla necessità di denunciare le tante situazioni di illegalità che si verificano.

Con gioia, dunque, ho prestato gratuitamente la mia immagine per lanciare alcuni messaggi, un modo per testimoniare l’amore per la mia, per la nostra città. Proviamo a renderla ancora più bella e vivibile, sono sicuro che possiamo farlo. Iniziamo a pensare che il bene collettivo è il bene di ognuno di noi, agendo e smettendola di voltare lo sguardo dall’altra parte.
Solo in questo modo potremo rialzare la testa. Dai, proviamoci!

Savino Zaba

2 COMMENTI

  1. Caro Savino, ho letto attentamente e con vero compiacimento la tua ” lettera al cerignolano ” nella quale, in primo luogo, si evidenzia il tuo pertinace amore per la nostra Cerignola. Ma la tua ” devozione ” non ha le gambe corte come quelle di ” tanti ” che si sbracciano a dimostrare ” attaccamento ” a Cerignola ma non fanno altro che limitarsi ad animare una sterile di contrasti ideologico-dialettici, sui problemi della nostra Città, senza mai approdare a nulla……….a nulla di buono ed utile alla crescita culturale, morale e sociale di Cerignola.. Quello che proponi con la manifestazione ” La tua Città. la tua Casa ” è una vera ” sferzata ” di patrio-orgoglio che richiama tutti, Amministratori Istituzionali compresi, a ” prendere coscienza ” del proprio ruolo di ” cives ” cerignolani . Noi di Roma siamo lontani ma il nostro ” cuore ” e sempre li alla Terra Vecchia e sentire queste proposizioni di un intelligente e condivisibile impegno per la ” rinascita ” cittadina non può che suscitarci impeti di orgogliosa adesione al tuo ” civile progetto ” di fare ” bella e buona ” Cerignola e ti promettiamo che cercheremo, anche noi, di dare , a questo tuo progetto etico, il nostro piccolo ma generoso contributo. UN PLAUSO FRAGOROSO DA TUTTI NOI. CERIGNOLANI DELLA “CICOGNA ” DI ROMA — http://www.cerignolaninroma.com

  2. A nome mio e della Associazione Etica di Promozione Sociale di cui sono Direttore Esecutivo mi compiaccio dell’iniziativa e plaudo alla generosa ed encomiabile attenzione al Bene Comune che va ripristinato nella sua più alta considerazione difatti i Fondamenti Etici naturali a cui l’uomo nel tempo ha transato vedono al 1° posto l’ Individuo al 2° la Famiglia (e la prole,che rappresenta il futuro) al 3° i Gruppi (farne parte in modo onesto e rispettoso) al 4° l’Ambiente e gli altri Esseri viventi . Saper Rispettare ed Operare con la Conoscenza che se osservati essi rappresentano BENE COMUNE ci può trasmettere il beneficio che si deve ad una comunità chiamata Civile .
    Grazie a Savino ad Arnaldo ad Elio a Beniamino a Dino a Mara a Rosaria a Milena a Mirella ad Antonio a Salvatore ed a tutti coloro uomini e donne che si adoperano per trasmettere compiutamente i Valori della Civiltà Mediterranea nel Mondo .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here