Libri, San Giovanni Rotondo racconta ‘Piccola donna del Gargano’

0
19

‘Piccola donna del Gargano – Maria Michela la donna che non fu brigante’. È il titolo del libro scritto da Michele Gemma, giornalista e scrittore, che sarà presentato oggi alle 18, nella biblioteca comunale ‘M. Lecce’ di San Giovanni Rotondo all’interno dell’iniziativa promossa dalla Conferenza delle Donne del Partito Democratico.

All’iniziativa parteciperanno: Andrea Pacilli, editore (Andrea Pacilli editore); don Salvatore Miscio, rettore del seminario di Manfredonia ed autore della presentazione dell’opera; Elena Gentile assessore regionale Sanità, Welfare e Pari Opportunità e autrice della prefazione di ‘Piccola donna del Gargano’; l’autore Michele Gemma.

Previsti i saluti del sindaco di San Giovanni Rotondo Luigi Pompilio e dell’assessore alla Cultura Michele Di Maggio. Al centro dell’incontro le tematiche elaborate nel libro: dalla questione meridionale a quella che la Conferenza delle donne definisce “questione maschile”. Ampio spazio sarà dedicato agli interventi del pubblico. I lavori del dibattito saranno moderati dalla portavoce della Conferenza Maria Elena Ritrovato.

Mettete una donna giovane e legatissima alla sua terra a combattere contro il potere maschile negl’anni dell’Unità d’Italia. Nel Gargano consumato da omicidi e soprusi di ogni genere. In quell’Italia che passa dai Borboni alla monarchia sabauda. Di fatto una occupazione che estremizzerà ancor di più la condizione della donna.

Poi tra mille difficoltà, dubbi e ripensamenti chiedete a Maria Michela di scegliere tra l’amore per il suo uomo carceriere, la sua terra e suo figlio Giuseppe. Una condizione dalla quale è difficile ribellarsi, andare oltre, figurasi immaginare un futuro. Fin quando non ci sono altre donne che decidono di affrontare il proprio destino, cambiandolo.

“Oggi, come allora, tante piccole Maria Michela, sicuramente, covano nel cuore sogni di libertà, personale e comunitaria, e prima o poi riusciranno ad evadere le vecchie e le nuove schiavitù”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here