Istituto ‘C. Figliolia’: a Foggia finisce la scuola ma non la lotta al disagio sociale

0
113

L’Istituto canossiano è una realtà nazionale presente in quasi tutte le regioni d’Italia e laddove è presente l’istituto religioso nascono le opere educative canossiane che favoriscono la promozione morale, cristiana e sociale.

A Foggia è il centro ‘Bakhita’ che attraverso azioni di solidarietà sociale diretta, quali l’istruzione, la formazione, l’aggiornamento e la riqualificazione professionale, raggiunge gli ‘ultimi’ dal punto di vista sociale ed economico, per dare loro nuove opportunità, proprio in coerenza con lo stile educativo di Santa Maddalena di Canossa.

L’aerea di lavoro è il disagio, con particolare attenzione a quello minorile con l’accreditamento regionale nell’area dello svantaggio e nell’obbligo formativo, questo significa per gli educatori una grande responsabilità, impegno costante che porta alla fiducia reciproca. In stretta collaborazione con l’Enac, ente di formazione canossiano, e i Cfp, centri di formazione professionale, le opere educative nel loro insieme favoriscono la crescita dei ragazzi attraverso percorsi comuni.

Per quanto riguarda la scuola dell’infanzia e quella primaria dell’Istituto Canossiano sono scuole paritarie e non di èlite, rispondono sempre ai bisogni delle famiglie, ma allo stesso tempo si chiede proprio ai genitori una partecipazione attiva, che come sottolinea Simona Casalucci, coordinatrice volontari del centro socio educativo diurno ‘Bakhita’ e tutor ai corsi di formazione organizzati dall’Ente Enac Puglia, è stata “esplicitamente richiesta per una continuità familiare anche nel rapporto scolastico”.

Una continuità che tra le altre cose viene espressa anche nei momenti sicuramente più belli: gli spettacoli, Simona spiega che “gli spettacoli intermedi servono per consolidare i rapporti, mentre lo spettacolo di fine anno diventa un’occasione per festeggiare chi inizia un nuovo percorso, ma è anche un modo per mostrare le potenzialità dei nostri ragazzi al di là delle attività legate alla didattica”.

Forte diventa il legame che si instaura negli anni e forte diventa la certezza che tale legame non si spezzerà mai, la fine di un percorso e la festa finale non sono dunque un “addio” ma diventano piuttosto un “arrivederci”. La tradizione delle scuole canossiane viene valorizzata dall’Enac Puglia, che mira alla promozione globale e armonica della persona nella realtà che lo circonda.

Nasce nel 2004 su proposta dela Provincia Religiosa Canossiana ‘Maria SS. Addolorata’ e dall’associazione Enac- ente nazionale canossiano. Opera anche nell’ambito dello ‘svantaggio’ e per rispondere alla missione che la fondatrice cerca di raggiungere gli ‘ultimi’ dal punto di vista sociale e delle possibilità economiche.

Tutti i corsi dunque sono finalizzati a rispondere al bisogno di ‘sfida’ di ragazzi, giovani, adulti, inoccupati e disoccupati, svantaggiati, con handicap o ‘macchiati’ penalmente per dar loro delle opportunità. Tra i vari corsi ricordiamo quello di operatore ai servizi di vendita, il corso barman e bar-lady rivolto a ragazzi e ragazze dai 18 ai 25 anni, il corso per operatore socio- sanitario e un corso di alta formazione per occupati su contabilità e fiscalità aziendale.

Intanto continua il lavoro dell’Enac che ha presentato due nuovi progetti, proprio il 28 maggio scorso stati presentati alla Provincia di Foggia due nuovi corsi che rientrano nei percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) rivolti a diplomati e diplomandi.

Saranno 18 i corsi della nuova offerta formativa IFTS per la quale nei prossimi mesi verrà pubblicata la graduatoria, quelli presentati da Enac Puglia sono due: esperto in marketing e comunicazione multimediale e esperto della gestione ambientale, dell’energia e della sicurezza in azienda. Coinvolti la facoltà di economia di Foggia per entrambi, il Liceo Lanza e la Confcommercio per il primo, Ipsia Pacinotti e Confartigianato per il secondo, inoltre numerose aziende nazionali e del territorio hanno aderito ai progetti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here