Cerignola: poesia, musica e arte in memoria di Vincenzo Carbone

0
67

Il 21 marzo si celebra la Giornata Mondiale della Poesia e tutto il mondo si ferma per un momento a riflettere su questa grande forma d’arte. Cerignola ha deciso di dedicare questa giornata a Vincenzo Carbone un grande poeta cerignolano scomparso nel 2004 che ha dedicato tutta la sua vita all’insegnamento e all’amore per l’arte.

“Le sue parole sono l’eredità che ci ha lasciato”, ha detto il presidente della Pro Loco Antonio Galli dando inizio alla serata insieme a Giovanni Martiradonna presidente del Club Unesco di Cerignola che ha ricordato al pubblico che la Giornata Mondiale della Poesia è stata promossa nel 1999 dall’Unesco e si festeggia ogni anno il 21 marzo.

A presentare la serata ci sono state Cristina e Alessia, due alunne dell’istituto d’arte ‘Sacro cuore’ di Cerignola, la scuola ha partecipato attivamente all’evento infatti, durante tutta la serata alcune studentesse si sono dilettate nella creazione di quadri che rappresentavano varie forme d’amore.

A fine serata le ragazze hanno svelato il significato delle loro opere: la prima raffigurava l’amore universale, la seconda l’amore di coppia, la terza l’amore famigliare e l’ultima l’amore tra bambini, infine hanno eseguito la ‘body art’ sul corpo di una loro compagna, spiegando al pubblico il senso di questa nuova forma d’arte.

Al concorso hanno partecipato con entusiasmo e impegno alunni delle scuole elementari, medie e superiori allietando il pubblico con poesie scritte da loro. Bambini e ragazzi di tutte le età hanno cercato di raccontare a loro modo l’amore e il sentimento, riuscendo a conquistare il pubblico, mettendoci anche un pizzico di ironia.

A gareggiare ci sono stati anche gli adulti che hanno dimostrato grande passione per la poesia e, infine, non poteva mancare una sezione riservata agli autori di poesie dialettali, particolarmente apprezzate dal pubblico presente.

Durante la serata sono stati premiati i primi 3 classificati di ogni sezione, ai quali è stato dato un piccolo regalo e un attestato di partecipazione, a ringraziare i partecipanti al concorso sono stati i dirigenti scolastici e il sindaco Antonio Giannatempo quest’ultimo, dopo aver ricordato il suo caro amico Vincenzo, ha cercato di spiegare l’importanza della poesia carica di sentimenti in cui tutti noi ci ritroviamo.

Il palco del Mercadante mercoledì sera ha dato il meglio di sé, infatti non si è limitato soltanto alla poesia ma ha regalato anche danza e musica. Ospite della serata la scuola Crazy Dance di Sabino Di Biase e Isabella Zingarelli che si è esibita in un tango argentino, in un  Walzer inglese e in una bachata. A coronare l’evento ospiti d’eccezione come il poeta Eros Olivotto che ha letto e spiegato al pubblico alcune poesie del poeta cerignolano.

Durante la serata si sono alternati sul palco anche giovani artisti, come la trombettista Anna Acquaro che, insieme a Luigi Acquaro e Yuri Perchinunno, ha lasciato a bocca aperta i presenti con quella che definiscono “un’insolita fusione di suoni e ritmiche diverse”, o come il soprano Pia Raffaeli che ha incantato il pubblico con la sua voce angelica accompagnata dalla pianista Federica Mazzeo.

Ad animare la scena c’è stata anche l’esibizione di Cesare Catalano che ha cantato la bellissima canzone Caruso di Lucio Dalla insieme alla ballerina Patty Vitale che ha eseguito una coreografia in linea con la musica, e infine non poteva mancare un gruppo rock rappresentato da ‘gli illogica’, tutti alunni dell’istituto d’arte cerignolano.

Questo memorial ha attirato l’attenzione del Presidente della Repubblica, durante l’evento è stato letto il messaggio che Giorgio Napolitano ha mandato alla nostra cittadina, in cui ha ringraziato l’Unesco e la Pro Loco, ma non solo, infatti ha anche regalato una medaglia in memoria di questa serata.

 Vincenza Speranza 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here