Armi a Foggia contrabbando a Stornarella, 6 arresti in Capitanata

0
10

Oltre 80 i militari impegnati nei controlli, supportati dal personale della Compagnia di Intervento Operativo e dalle unità cinofile.

Nel capoluogo dauno, è stato arrestato Di Fiore Aleandro, 32enne foggiano, per porto e detenzione illegale di armi. Il ragazzo era a bordo della sua auto, quando è stato invitato dai Carabinieri a fermarsi. Così, il 31enne ha subito cercato di nascondere qualcosa sotto il sedile dell’autovettura. Il movimento brusco non è passato inosservato ai militari, che, insospettiti, hanno proceduto ad un’attenta perquisizione veicolare: occultate, in una busta sotto il sedile, una Beretta calibro 9 con matricola abrasa, una pistola giocattolo modificata ma perfettamente funzionante e 200 munizioni di vario calibro.

I Carabinieri hanno poi perquisito l’abitazione del foggiano, dove hanno trovato altre 2 pistole regolarmente detenute. Nell’appartamento vi erano inoltre 2 manganelli, 2 ricetrasmittenti, un binocolo, una lampada portatile, numerosi cacciaviti e diverse paia di guanti. Le armi e gli attrezzi sono stati sottoposti a sequestro, compreso le armi legalmente detenute. Sono state avviate delle indagini per accertare la provenienza, la destinazione e l’uso della merce sequestrata.

A Troia, invece è stato arrestato per evasione Cacchio Domenica, 33enne del posto. Cacchio è agli arresti domiciliari in esecuzione di un provvedimento di cumulo di pene emesso dall’A.G. di Milano, ma è stato sorpreso fuori dalla sua abitazione. Per tale motivo è stato tratto in arresto e associato alla casa circondariale di Lucera.

A Motta Monte Corvino, i Carabinieri della Compagnia di Lucera hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, Grasso Raffaele, 56enne del posto. L’uomo è stato sorpreso mentre rubava i pali in legno di una staccionata di 20 metri che circondava un parco giochi di Motta. Il 56enne è accusato di furto aggravato.

Nell’ambito del medesimo servizio, sono stati deferiti in stato di libertà D.S. di 50 anni e S.B. di 22, entrambi lucerini ritenuti responsabili di ricettazione poiché nella loro autovettura sono stati rinvenuti 2 quintali di legna asportata da un terreno privato, di un’area boschiva del comune di Volturino e L.L. 22enne di Castelluccio Valmaggiore, per il reato di falsità materiale commessa dal privato e falsità in scrittura privata poiché sorpreso alla guida della sua autovettura con contrassegno e tagliando assicurativi falsificati.

A Stornarella, i Carabinieri della locale stazione hanno deferito in stato di libertà V.V. e V.A. entrambi 45enni di origine bulgara, per contrabbando di tabacchi lavorati esteri. I militari, dopo avere perquisito la loro casa, hanno trovato 125 pacchetti di sigarette marca ‘Don’ di contrabbando e 340 euro in contanti, ritenuti provento dell’illecita attività. La merce rinenuta è stata sottoposta a sequesto.

Nell’ambito dello stesso servizio, svolto con il supporto del personale della Tenenza della Guardia di Finanza di Cerignola, sono stati deferiti in stato di libertà V.Y. di 40anni e K.A. di 42, entrambi ucraini, poiché ritenuti responsabili di contrabbando di tabacchi lavorati esteri e sostanze alcoliche. I cittadini ucraini sono trovati in possesso di 459 pacchetti di sigarette di varie marche e di 40 bottiglie di liquore prive di accisa, ora sottoposti a sequestro.

Doriana Davenia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here