Droga, armi e furti in appartamento: 28 arresti in provincia di Foggia

0
47

Controllati 396 automezzi,  elevate 88 contravvenzioni al codice della strada, sequestrati 13 autovetture e 3 ciclomotori, ritirati 12 documenti di circolazione, 100 le perquisizioni personali, veicolari e domiciliari eseguite, identificate 576 persone, controllati 65 soggetti agli arresti domiciliari e sottoposti a misure alternative alla detenzione, ispezionati 31 esercizi pubblici. per un totale di 28 arresti, 16 in flagranza di reato 12 in esecuzione di provvedimenti emessi dall’A.G.

Sono stati ben 100 gli agenti impegnati nell’intera provincia, a Foggia e Cerignola in supporto anche la Compagnia di Intervento Operativo dall’11° BTG Bari. Un calcio all’illegalità diffusa con un occhio particolare ai reati di criminalità predatoria e contro il patrimonio, a presentare i risultati dell’operazione il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Foggia, Colonnello Antonio Basilicata, in conferenza stampa al Comando Provinciale.

A Foggia a finire in manette Barbu Lucian, 47enne rumeno con in tasca 150 euro di merce sottratta al centro commerciale Mongolfiera, Roma Francesco, 26enne già sottoposto alla misura di sicurezza della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nell’operazione ‘Scarface’: al controllo delle forze dell’ordine nella sua abitazione è stato sorpreso mentre cedeva 1,5 grammi di cocaina divisa 3 dosi e una porzione di hashish da 5,5 grammi, in casa anche 3550 euro.

Bernardo Fabio, 21enne sottoposto agli arresti domiciliari, è stato sorpreso fuori dalla sua abitazione e arrestato per evasione. Accusato invece di maltrattamenti in famiglia A.V., classe 1977 arrestato in esecuzione di un provvedimento emesso dal Tribunale di Foggia, mentre R.M., classe 1958, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in esecuzione del provvedimento emesso dalla competente autorità giudiziaria per violazione degli obblighi di assistenza familiare.

Ad Orta Nova manette per il 36enne Ludovico Cataldo Quarto condannato a 3 anni di reclusione per cessione di sostanza stupefacente. A Cerignola  i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno arrestato Dicanosa Vincenzo, classe 1960: perquisendo il suo appartamento i militari hanno trovato, nascosti in un mobile della camera da letto, 2 panetti di hashish da 100 grammi l’uno, 2 pistole scaccia-cane modificate e 27 proiettili calibro 380 e 450 euro.

Un’accusa di ricettazione pende invece sul capo di Cinquepalmi Vito, 47 anni, e Dipalma Matteo, 39 anni, già noti alle forze di polizia: trovati in via Trinitapoli alla guida di una Renault Twingo con targhe false, l’auto è stata rubata lo scorso 10 agosto a Foggia. Dovrà scontare 5 anni e 5 mesi di carcere per ricettazione, rapina ed estorsione commessi dal 1997 al 2011, Masciaveo Benito, classe 1975, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Corte d’Appello di Bari.

Rubava mattoncini per costruzioni edili in un’azienda agricola in località Posta Carretta nel comune di Ascoli Satriano il 60enne incensurato originario di Castelluccio dei Sauri D. F. G., arrestato in flagranza di furto aggravato: i militari lo hanno notato mentre caricava la refurtiva nel cofano della sua Volkswagen Golf  bianca parcheggiata su una strada interpoderale.

A Torremaggiore due uomini si sono introdotti nell’abitazione di un’anziana signora passando dal balcone dopo essersi arrampicati lungo il canale di scolo delle acque piovane ad un’altezza di 4 metri dalla pubblica via. La vittima, avvertiti i rumori, si è trovata uno dei due malviventi a ridosso del letto che, dopo averle puntato un coltello alla gola, l’ha minacciata di consegnare soldi e oro.

La donna li ha dato circa 3.000 euro di monili in oro poi, sconvolta e agitata ma senza danni fisici, ha denunciato l’accaduto ai Carabinieri della locale Stazione che, dalla descrizione fornita (maglietta fuxia e coda di cavallo) hanno identificato e sottoposto a fermo di polizia giudiziaria Paun Elvis, rom classe 1992, in via di identificazione il complice.

Sorpresi ad una perquisizione veicolare con un’ascia e di un coltello con lama da 26 cm due cittadini bulgari, A.M. classe 1970 e K.Y. classe 1979, deferiti in stato di libertà per detenzione illegale di arma da taglio. Eseguito infine un provvedimento per la carcerazione emesso dal Tribunale di Foggia Ufficio di Sorveglianza a carico di Lofti Abdelkarim classe 1986, responsabile del reato di evasione.

Ricettazione e rapina in concorso sono alla base del provvedimento di carcerazione emesso dalla Corte d’Appello di Milano ed eseguito dai carabinieri di San Severo nei confronti di Rendina Antonio Lucio 46enne condannato ad 8 anni e 5 mesi di reclusione. Sempre a San Severo deferito in stato di libertà perché ritenuto responsabile del reato di ricettazione D.B.S., classe 1980 originario di Cerignola: a seguito di perquisizione veicolare è stato trovato in possesso di scatole di scarpe, condizionatori e abbigliamento antinfortunistica sottratti lo scorso 10 ottobre da un’area di servizio dell’A14.

G.C.I., classe 1971 senegalese regolare sul territorio, è stato deferito in stato di libertà perché trovato in possesso di borsoni e indumenti da uomo e donna contraffatti. Cinque ragazzi di età compresa 16 ed i 31 anni sono stati segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo di Foggia perché in possesso di hashish ed eroina in quantità da non superare la dose minima giornaliera.

Ad Apricena in arresto Lauriola Felice, 41enne ai domiciliari sorpreso per le vie del centro cittadino. Stessa storia diverso protagonista a Vieste: segnalato all’ Autorità Giudiziaria dai Carabinieri Colangelo Libero, classe 1982. Ordine di carcerazione a Rodi Garganico dalla Procura di Lucera a carico di De Biase Patrizia, classe 1973 condannata a 9 mesi di reclusione per cessione di sostanze stupefacenti.

Tanto lavoro anche per i Carabinieri della Compangnia di Lucera: a Casalnuovo Monterotaro arrestato il 32enne Matuszewski Tyberiu Piotr, sorpreso all’esterno della sua abitazione nonostante fosse agli arresti domiciliari; a Roseto Valfortore deferito in stato di libertà un 38enne sorpreso alla guida della propria autovettura con certificato e contrassegno assicurativo falsificati, a Lucera un 21enne è stato deferito in stato di libertà per essersi posto alla guida di un’autovettura sprovvisto della patente di guida perché revocata, mentre tre ragazzi sono stati segnalati alla Prefettura di Foggia perché in possesso, complessivamente, di grammi 2 di hashish e 1 di cocaina.

Droga e armi anche a Cagnano Varano dove i Carabinieri della locale Stazione hanno sorpreso un 17enne che celava all’interno dell’abbigliamento  5 grammi di marijuana, un coltello di genere proibito e 70 euro in contanti. Perquisito anche l’appartamento del ragazzo dove sono stati rinvenuti altri 22 grammi dello stesso stupefacente. Il minore al termine degli accertamenti è stato accompagnato nella sua abitazione con l’obbligo di permanenza in casa.

Un altro ventenne T.G. è stato tratto in arresto perché colto in flagranza mentre tentava di cedere sostanza stupefacente ad altro soggetto del luogo. A seguito di perquisizione personale, nascoste in un pacchetto di sigarette, sono state rinvenute 5 “stecchette” di hashish pronte per la cessione. Nella sua abitazione rinvenuti 300 euro nascosti in un quaderno riposto all’interno del comodino probabile provento dell’illecita attività.

A Manfredonia un 36enne è stato deferito perché trovato in possesso di un fucile da caccia calibro 12, 46 cartucce e una carabina ad aria compressa appartenenti al defunto nonno paterno e illecitamente detenute. Altre 14 persone sono state segnalate alle Prefetture competenti  quali assuntori di sostanze stupefacenti perché trovate in possesso di hashish, marijuana, cocaina ed eroina.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here