AQP, 20mln di euro per derattizzazione e potenziamento a Manfredonia

0
31

Il sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi e l’ing. Costantino, amministratore unico di Aqp, hanno emesso il seguente comunicato.

Il 17 settembre scorso si è tenuto a Bari, alla sede centrale di Aqp, un incontro proficuo, ma non definitivo, su molte tematiche di competenza dell’Acquedotto Pugliese.
L’incontro, richiesto dal sindaco, Angelo Riccardi, ha visto intorno al tavolo lo stesso, con il suo vice, il dott. Francesco Ardito responsabile della Direzione Servizi Centrali, Amministrazione Legale e Commerciale e l’ing. Andrea Volpe, responsabile dell’Unità di Pianificazione Investimenti.

Sono stati esaminati tutti gli interventi e le eventuali aree di miglioramento sul territorio di Manfredonia, dalla derattizzazione al ripristino corretto dopo i lavori, alle pompe di sollevamento. Particolare attenzione è stata data ai grandi progetti di Aqp, che prevedono una spesa di poco superiore ai 20 milioni di euro e che riguardano:
1) Potenziamento dell’impianto di depurazione per un importo pari 3.300.000 euro. Il progetto ‘sta scontando’  la procedura di verifica di assoggettabilità al VIA. La durata dei lavori è prevista in 365 giorni.
2) Progetto per il collettamento dei reflui delle marine (Ippocampo, Scalo dei Saraceni, Sciale degli Zingari e Sciale delle Rondinelle). Gli attuali quattro depuratori privati diventeranno stazioni di sollevamento. Poiché le opere ricadono in zone altamente vincolate il progetto deve essere sottoposto ad una procedura di Incidenza Ambientale. L’importo complessivo dei lavori è previsto in euro 7.320.000. La durata dei lavori in 550 giorni.
3) Lavori di risanamento e conservazione della vecchia diramazione per Manfredonia: importo euro 7.675.000. L’appalto è previsto entro la fine del 2014.
4) Potenziamento del serbatoio a servizio delle marine: importo stimato dei lavori euro 4.131.000,00. L’intervento è in fase di avvio di progettazione.
Al termine si è concordato di stabilire un incontro a breve con l’ing. Vito Colucci, Direttore generale dell’A.I.P., per ottimizzare i tempi per le reti idriche e fognanti interne a Ippocampo, Scalo dei Saraceni, Sciale degli Zingari e Sciale delle Rondinelle.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here