Cerignola: ‘Etica’ combatte opportunismo valorizzando il territorio

0
16

Un vero gruppo, in possesso di ideali, sostenuti dai valori dell’etica non ha l’obiettivo di sopravvivere, ma quello di raggiungere delle mete che possono condurre progressivamente a dei traguardi sempre più ambiti e utili per l’intera collettività. Ogni singolo individuo diventa prezioso nel momento operativo.

Molto significativa è la spinta propulsiva offerta da alcuni soci fondatori, impegnati attivamente nel sociale e conoscitori dei valori incontestabili e non sempre apprezzati della nostra terra.

Parliamo del Sindaco di Cerignola Antonio Giannatempo, di Onofrio Giuliano, presidente Provinciale della Confragricoltura,  di Francesco Demonte, consigliere provinciale e presidente della Oliva Coop Bella di Cerignola, di Melchiorre Francesco, funzionario della Provincia di Foggia  con l’incarico di Vice Presidente, di Sabino Laguardia, amante della sua terra e preoccupato della scarsa considerazione riservata ai meravigliosi e preziosi frutti che essa produce.

E poi ancora il gruppo dei fondatori, suscettibile di crescita numerica, è formato dall’ideatore del programma Michele Grasso  che ha assunto il   ruolo di Vice Presidente vicario, dal prof. Elio Migliorati, al quale è  stata affidata la responsabilità di Presidente addetto all’organizzazione.

Ai consiglieri: Toto Vincenzo, Capocefalo Mario, Di Reda Pasquale, Spicciariello Michele, Mastroserio Beniamino, Manzulli Leonardo, Pesce Stefano, Papagna Cosimo Damiano, Imperiale Pietro , Dazzeo Antonio, Valerio Giovanna, Colangione Antonio, Castaldi Chiara, MiglioratiAntonella , Migliorati Deborah, Ruscillo Sonia Gemma, Labriola Gaudenzio, Paris Errico verranno affidati successivamente particolari compiti operativi.

Non è esclusa la partecipazione attiva della preside Mirella Guercia la quale ha garantito il suo sostegno incondizionato a partire dalla conclusione degli esami di Stato.

La ufficializzazione dell’atto  costitutivo ha animato e dato maggiore vigore al gruppo  per il quale è ora di invertire alcuni percorsi culturali che invalidano e opprimono gli individui. Nel nostro modo di essere esiste una sorta di normale tendenza ad invalidare gli sforzi degli altri, dando vigore al caos e alla stupidità che induce alcuni alla criminalità.

Nel tempo storico possiamo vedere  un lungo elenco di individui che hanno dato vita a percorsi culturali più elevati ed hanno generato condizioni di migliore vivibilità: Pavoncelli, Zingarelli, Tatarella, Di Vittorio, Mascagni e tanti altri  che, oggi, dobbiamo ricordare.

La città si sta preparando agli eventi che la porteranno ad un livello di vita più europeo, cogliendo da  questo una più alta qualità di vita. Non c’è sviluppo senza decoro urbano ed è apprezzabile l’iniziativa del Sindaco Giannatempo che sta restituendo il valore monumentale al Piano delle Fosse Granarie.

Il percorso ricostruttivo non può lasciare incompiuta l’opera demolitrice del ‘vecchio’ albergo Moderno che offre una visione raccapricciante per il pericolo che può derivare dallo sbriciolamento di una casa rimasta in piedi come una bandiera della vergogna.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here