San Marco in Lamis: don Giuseppe Nardella alla guida della chiesa San Giuseppe

0
136

Don Giuseppe Nardella, dopo 5 anni trascorsi come vice parroco nelle chiesa di San Ciro a Foggia, torna nel suo paese nativo, San Marco, questa volta per guidare la comunità di San Giuseppe.

Il suo cognome, infatti, è tipicamente sammarchese, nato nella cittadina garganica, Don Giuseppe ancora bambino si è poi trasferito a Foggia insieme alla sua famiglia.

Il giovane neo parroco subentra a Don Michele Radatti, il quale ha guidato i fedeli per 4 anni e ora sarà responsabile della pastorale familiare nonché parroco della chiesa San Francesco Saverio di Foggia.

Monsignor Francesco Tamburrino durante l’omelia ha ribadito il ruolo del presbitero nella comunità cristiana: “Cristo si serve dei suoi ministri per attuare i suoi piani di salvezza. La parrocchia è il luogo dove accogliamo i doni di Cristo, la fraternità, i sacramenti, la solidarietà reciproca”.

La comunità è una famiglia, al suo interno si cresce, ci si confronta e sostiene ed il parroco è il dono di Dio alla comunità: questo è il messaggio che il Vescovo Monsignor Francesco Pio Tamburrino ha rivolto a tutti i presenti.

Il parroco non è un soldato che è stato promosso di grado, è semplicemente colui che, oltre a guidare una comunità, volge lo sguardo soprattutto agli emarginati, agli ‘ultimi’ e ai giovani.

Don Giuseppe Nardella ne sa qualcosa: nei 4 anni che ha guidato la Pastorale Giovanile dell’Arcidiocesi Foggia- Bovino, ha sempre dedicato il suo tempo ai giovani. Con loro e per loro ha realizzato diverse iniziative aprendo un dialogo e dando un messaggio di speranza e fede a chi li ha persi o non li ha mai incontrati.

Da ‘Una luce nella notte’ alla ‘Tenda Eucaristica’, dal gruppo giovani di San Ciro agli incontri mensili del ‘Caffè teologico’ Don Giuseppe ha coinvolto molti ragazzi non solo di San Ciro ma anche di altre parrocchie di Foggia.

Il suo entusiasmo, la sua semplicità e spontaneità, il suo impegno e il suo essere giovane dentro e fuori ha travolto generazioni di ogni età, tutte presenti ieri a San Marco per salutarlo e ringraziarlo ancora una volta per quanto ha dato loro e accompagnarlo in questo nuovo viaggio.

Hanno concelebrato Monsignor Filippo Tardio, vicario vescovile, Monsignor Paolo Pesante, cancelliere arcivescovile, Don Rocco Scotellaro, parroco di San Ciro, Don Pasquale Martino, Don Matteo Daniele, Don Francesco Riccio e il diacono Don Matteo Gravina.

A salutare Don Michele e dare il benvenuto a Don Giuseppe anche il sindaco di San Marco in Lamis, Angelo Cera. Alla fine della funzione Don Michele e Don Giuseppe hanno ringraziato Dio per il dono del sacerdozio e il Vescovo per la fiducia e la responsabilità concessa.

Don Giuseppe ha chiesto alla sua nuova comunità di immergersi con lui in questa avventura, ricordando loro che ogni passo che faranno li renderà testimoni compatti di un bellissimo viaggio. Non resta che augurargli un buon lavoro.

Laura Zotti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here