Concorso Vigili Urbani, archiviato definitivamente il caso

0
7

Il Gip del Tribunale di Foggia, Salvatore Casiello, ha archiviato definitivamente  il caso, rigettando ancora una volta l’opposizione  alla richiesta di archiviazione del procedimento già avanzata dal Pm lo scorso 18 maggio.

A puntare il dito contro Reddavide e Mandrone qusta volta Antonio Bonavita, uno degli esclusi dal concorso  ma per il gip “Gli elementi acquisiti nel corso delle indagini non sono idonei a sostenere l’accusa in giudizio, per le ragioni poste dal Pm a sostegno di tale richiesta. I fatti denunciati sono stati già oggetto del procedimento n.59/11, conclusosi con provvedimento di archiviazione di questo giudice, in persona di altro magistrato, del 21 febbraio 2011 su richiesta del Pm del 16 febbraio 2011″.

Casiello asserisce che nella denuncia del 2 aprile 2011  la parte opponente, Bonavita, mette in discissione gli esiti delle indagini, del procedimento e la valutazione operata dal Pm e dal Gip degli atti acquisiti.

Per il Gip i rilievi mossi sono infondati: il primo procedimento non è stato archiviato perchè non si è proceduto ad iscrivere alcun indagato ma perché a carico dei presunti autori di tali reati, non erano configurabili reati in relazione ai quali fosse sostenibile l’azione in giudizio.

L’Amministrazione Comunale spera di poter vedere così scritta la parola ‘fine’ ad una vicenda che reputa  strumentalizzata per fini puramente politici con un ricorso alla Giustizia intentato prima dal movimento politico La Cicogna e poi da Antonio Bonavita, difeso dall’avvocato Tortorella, sostituito in udienza nella discussione del procedimento dall’avvocato Franco Metta, leader dello stesso movimento politico.

All’Amministrazione Comunale non resta che il peso delle spese legali sostenute dall’assessore Reddavide e dal comandante Mandrone, a quest’ultimo l’amarezza di aver visto partire l’accusa da un ex vigile urbano che, per il tempo trascorso assieme in servizio, considera “come un figlio”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here